Alfredo Camisa

Chimico di professione e fotografo di passione Alfredo Camisa è una figura che si distingue nel panorama della fotografia del dopoguerra per la sua indipendenza nella grande guerra di idee, che vede schierati da una parte i fotografi del neorealismo (circolo fotografico La Gondola), convinti che il fotografo abbia la missione di riportare la realtà così com’è, e dell’altra la fotografia come arte (La Bussola). Alfredo Camisa attinge dalla realtà ma è convinto che la fotografia necessiti di una rielaborazione da parte del fotografo in chiave tonale, formale ma anche poetica, lirica ed ironica. Un’edonismo che può essere perseverato, ma che non può prescindere da un’indagine sulla quotidianità, a volte interpretata con ironia, altre con malinconia. Alfredo Camisa nei momenti liberi dalla professione di chimico viaggia, ci porta nei piccoli borghi del Sud Italia con lo scopo di catturare i momenti irripetibili di un mondo in cambiamento, che scorre inesorabilmente verso la modernità.