Giorgio Ciam

Dalla body art degli esordi, ai dipinti raffiguranti carni martoriate, ai decollage, agli scatti evanescenti, alle proiezioni fino ad arrivare a un photoshop primitivo. L’opera di Giorgio Ciam è una ricerca tra inquietudini esistenziali, ossessioni, corporeità feticce attraverso il linguaggio fotografico. Costante nel suo lavoro è il tema dell’identità dove riaffiora il retrogusto performativo del corpo come territorio di relazioni complesse, attraversamenti, sdoppiamenti. Nei suoi autoritratti irrompe nel quotidiano, muovendo qualche oggetto d’uso comune, cambiando la prospettiva.