Letizia Battaglia

Letizia Battaglia è la prima donna in Italia a lavorare per una testata giornalistica, L’Ora di Palermo, nel 1969. Celebre per le sue fotografie di mafia e per aver documentato attraverso le sue immagini il terrore degli anni di piombo, fonda a Palermo l’agenzia L’informazione fotografica, frequentata da personalità di spicco come Joseph Koudelka e Ferdinando Scianna. Letizia Battaglia arriva per prima nelle scene del crimine degli omicidi di mafia e le sue fotografie vengono utilizzate come prove a supporto di numerosi processi. Dal titolo di “fotografa di mafia”, la sua attività è anche cronaca della vita a Palermo, delle tradizioni di una città che continua a vivere della propria energia anche in uno stato di violenta guerra civile, come dimostrano i numerosi scatti ai bambini mentre giocano, alle donne e ai momenti di quotidianità nelle strade cittadine. Nel 1979 è cofondatrice del Centro di Documentazione “Giuseppe Impastato”. Tra gli anni ‘80 e i ‘90 si candida in politica con i verdi e diventa assessore comunale di Palermo con la giunta Orlando. Vince numerosi premi internazionali ed è la prima donna europea a vincere nel 1985 il Premio Eugene Smith, a New York.