Paolo Monti

Figlio di un fotoamatore Paolo Monti sperimenta la tecnica fotografica fin dall’infanzia. Dopo un infanzia nomade a causa dei continui trasferimenti lavorativi del padre si stabilisce a Milano nel per frequentare l’Università Bocconi. Dopo qualche anno di lavoro in Piemonte si trasferisce a Venezia e presta servizio dapprima alla Montecatini e in seguito al consorzio agrario. Dopo la guerra fonda con amici fotografi il Circolo fotografico La Gondola nel 1947. Il 1953 segna il definitivo passaggio dalla fotografia amatoriale alla fotografia come professione: si trasferisce a Milano e documenta la trasformazione urbana della città. Il miracolo economico, la rinata società del consumo e i loro effetti sul tessuto urbano. Scelto come fotografo per la X Triennale, inizia una feconda attività editoriale: oltre ai servizi pubblicati sulle riviste, le sue foto concorrono ad illustrare più di 200 volumi su regioni, città, artisti e architetti.