Mario Cattaneo

La Milano dal secondo dopoguerra è descritta con umanità e partecipazione negli scatti di Mario Cattaneo. La nuove mode, la vita della gioventù, i primi luna park, ma anche le desolate periferie urbane rivivono in immagini dal valore sociale e antropologico. La passione di Mario Cattaneo per la fotografia nasce quando è militare e, prigioniero degli inglesi in India, sfoglia il libro The World’s best Photographs. Tornato a Milano dopo la guerra, decide di dedicarsi alla fotografia e si iscrive al Circolo Fotografico Milanese. Nel 1952 l’interesse di Cattaneo per il reportage lo porta fra i vicoli di Napoli, a cui dedica un’ampia indagine sociale. Dalla metà degli anni 50 comincia ad alternare viaggi fotografici alla narrazione di Milano: le fotografie della ripresa, del boom economico, dei momenti di una nuova quotidianità sono oggi preziose testimonianze delle trasformazioni della società italiana della rinascita.